Attività fisica per dimagrire

Pubblicato il : 17/01/2019 18:02:09
Categorie : Allenamento , Dimagrimento , Esercizi , Fitness , Home Fitness , Metabolismo , Salute

Attività fisica per dimagrire

Tutti conosciamo il potere che ha l'attività fisica, in particolare quella aerobica, di bruciare grassi corporei, soprattutto il pericoloso grasso viscerale. L'università di Copenhagen ha portato avanti diversi studi per analizzare i motivi per i quali, in alcune circostanze, anche l'attività fisica non sia in grado di consumare i grassi.

Lo studio

In uno di questi studi, gli scienziati dell'Università di Copenhagen asseriscono di aver scoperto i meccanismi metabolici di come l'attività fisica aiuti la riduzione del grasso addominale; è stato rilevato come la molecola di segnalazione IL-6 (Interleuchina-6) giochi ruoli chiave nei processi di degradazione dei lipidi, come pubblicato nella rivista medica “Metabolismo Cellulare”.

Una sperimentazione clinica controllata, consistente in 12 settimane di attività fisica in bicicletta, ha prodotto, senza sorpresa, una diminuzione del grasso addominale viscerale in adulti obesi. Ma questa diminuzione non c'è stata nei soggetti trattati con Tocilizumab. farmaco approvato per il trattamento dell'artrite reumatoide, che blocca l'azione di interleuchina-6.

È stato dimostrato che il grasso addominale viscerale aumenti il rischio di malattie cardio-vascolari, metaboliche, cancro, demenza e mortalità generale. Il tessuto adiposo viscerale che circonda gli organi interni, nella cavità addominale, può essere ridotto con l'attività fisica. Fino a poco tempo fa i seguenti meccanismi non erano molto chiari: è stato rilevato che l'ormone epinefrina agisca da mediatore e l'interleuchina-6 è stata individuata svolgere un ruolo importante, in quanto regola il metabolismo energetico, viene rilasciata dal muscolo scheletrico durante l'esercizio e stimola l'eliminazione dei grassi negli individui sani.

Ogni quattro settimane di studio, a 53 partecipanti sono state somministrate infusioni endovenose di Tocilizumab o di un placebo salino, combinato con una routine di allenamento in bicicletta composta da diverse sessioni di 45 minuti ogni settimana, o nessun esercizio, per 12 settimane per testare l'ipotesi dei ricercatori; la risonanza magnetica è stata utilizzata per valutare la massa tissutale viscerale all'inizio e alla fine dello studio.

Riduzione del grasso viscerale

I partecipanti ai gruppi placebo hanno ridotto la massa di tessuto grasso viscerale in media dell'8% con l'esercizio, tuttavia è stato osservato che il Tocilizumab elimina questo effetto. Anzi, Tocilizumab ha aumentato la massa di tessuto grasso viscerale di circa 278 g, in media, nei gruppi di esercizio e ha aumentato il colesterolo totale e il colesterolo LDL in entrambi i gruppi di esercizio e non di esercizio.

Secondo i ricercatori, questo studio era esplorativo e non intendeva valutare il trattamento in ambito clinico; e l'interleuchina-6 può avere effetti opposti sull'infiammazione a seconda del contesto. Le vie di segnalazione delle cellule muscolari e le vie di segnalazione delle cellule immunitarie differiscono, con il risultato di azioni pro-infiammatorie e anti-infiammatorie, in modo che l'interleuchina-6 possa agire diversamente nelle persone malate rispetto alle persone sane. Per capire le sue implicazioni è necessaria una comprensione più approfondita del suo ruolo, spiega il professor Wedell Neergaard.

La possibilità che l'interleuchina-6 influenzi l'utilizzo di grassi o carboidrati per generare energia è un argomento che sarà studiato in varie condizioni in studi futuri, così come, se somministrata come iniezione, l'interleuchina-6 abbia o meno il potenziale per ridurre la massa grassa viscerale da sola.

Conclusioni

Da questo studio si deduce che potrebbero essere molte le cause per cui si fatica a perdere grasso. In ogni caso, visti i numerosi benefici che apporta, è sempre bene praticare una sana e corretta attività fisica.

A cura di Fabioalex - Personal Trainer Vitamaker - Certificato Issa

Condividi