Dal melograno la scoperta della longevità

Pubblicato il : 21/11/2019 12:33:37
Categorie : Alimentazione , Allenamento , Anti Age , Antiossidanti , Salute

Dal melograno la scoperta della longevità

L'integrazione con urolitina A, un metabolita del melograno, sembra offra in modo sicuro benefici anti-invecchiamento a causa del suo impatto sulla salute mitocondriale e cellulare riscontrato nel primo studio umano in doppio cieco, randomizzato e controllato con placebo, condotto dall'Istituto svizzero di bioinformatica. "L'urolitina A è sicura e induce un miglioramento della salute mitocondriale e cellulare nell'uomo."

"Al momento non esistono soluzioni efficaci per trattare il declino correlato all'età nella funzione muscolare, oltre al costante esercizio fisico. Questa è un'importante prima convalida clinica che dimostra che l'urolitina A potrebbe essere una soluzione promettente per il mantenimento della funzione muscolare durante l'invecchiamento ", afferma il professor Roger Fielding, PhD dell'Università di Tufts (Massachussets - Usa).

"Questa traduzione clinica positiva dell'urolitina A mostra il suo potenziale di svolgere un ruolo importante negli approcci nutrizionali avanzati per migliorare la salute mitocondriale attraverso la mitofagia (la rimozione naturale da parte del nostro organismo di mitocondri danneggiati o difettosi) e la biogenesi (teoria secondo la quale gli organismi viventi si riproducono continuamente solo a partire da altri organismi viventi) e, di conseguenza, la salute cellulare nell'uomo", afferma il co-autore Professor Johan Auwerx, MD , PhD di Amazentis Ecole Polytechnique Fédérale de Lausanne.

I termini dello studio

Come pubblicato sulla rivista Nature Metabolism, 60 partecipanti anziani sani ma sedentari sono stati divisi in 4 gruppi che hanno ricevuto una dose di urolitina A da 250, o 500 o 1.000 mg o placebo al giorno per 28 giorni. L'efficacia della urolitina A è stata determinata esaminando biomarcatori di salute cellulare e mitocondriale nel sangue e nei tessuti muscolari; i risultati suggeriscono che l'urolitina A possa aiutare a rallentare il processo di invecchiamento migliorando il funzionamento dei mitocondri.

L'urolitina A potrebbe essere l'unico composto noto in grado di ristabilire la capacità di una cellula di riciclare i mitocondri difettosi. Questo accade naturalmente nei giovani ma con l'età il corpo perde la capacità di farlo causando sarcopenia e indebolimento di altri tessuti.

Conclusioni

Ora si tratta di trasformare questi studi in integratori alimentari efficaci, che possano mettere in pratica quanto evidenziato dagli studi. Nel frattempo mangiamo i melograni che hanno tante proprietà salutari.

In ogni caso, lo stile di vita basato su attività fisica sufficiente e corretta, alimentazione idonea e integrazione intelligente sono alla base di una vita sana e longeva.

A cura di Vitamaker

Condividi