Il diario alimentare, grande alleato per la salute

Pubblicato il : 16/05/2019 23:18:08
Categorie : Acqua , Alimentazione , Articolazioni , Dieta , Dimagrimento

Il diario alimentare, grande alleato per la salute

All'inizio di ogni nuovo anno, molte persone sono determinate a migliorare la propria salute, perdere peso e mangiare meglio. Questi buoni propositi, purtroppo, falliscono il più delle volte e comunque non durano mai a lungo.

In certi casi, un diario alimentare, può essere uno strumento utile per capire le proprie abitudini e i modelli alimentari e per identificare, tra gli alimenti che si mangiano regolarmente, quali potrebbero essere utili e quali no, oltre a fornire un registro di risultati misurabili.

L'utilità del diario alimentare confermata da importanti studi

Alcuni studi dimostrano che, per coloro che sono veramente interessati a perdere peso, tenere un diario è uno strumento molto efficace per aiutare a cambiare comportamenti sbagliati. Uno studio, che ha coinvolto circa 1.7000 partecipanti, ha dimostrato che coloro che hanno annotato le proprie abitudini alimentari giornaliere, hanno perso il doppio del peso rispetto a chi non lo ha fatto.

I segreti per tenere un diario alimentare di successo, sono la coerenza e l'accuratezza. Un diario alimentare, di base, dovrebbe includere ciò che si sta mangiando, come viene preparato e i condimenti utilizzati. Dovrebbe anche elencare le quantità di cibo si sta mangiando e se non si mangia a casa bisognerebbe fare del proprio meglio per stimare le dimensioni delle porzioni. Si dovranno anche annotare gli orari in cui si sta mangiando, per aiutare a identificare eventuali momenti potenzialmente negativi.

Semplicemente annotando dove si sta mangiando, cos'altro si sta facendo mentre si mangia e come ci si sente mentre si sta mangiando, può aiutare a capire alcune abitudini alimentari e offrire ulteriori informazioni.

Annotare tutti i dati necessari

Proviamo a elencare dove si sta mangiando (in cucina, al ristorante o in camera da letto). Elenchiamo anche quello che stiamo facendo, come leggere, usare il computer o chattare con un amico. Registriamo con chi stiamo mangiando, se si è da soli, con parenti, amici o colleghi. Molti esperti concordano sul fatto che sia importante registrare come ci si sente mentre si sta mangiando, se si è annoiati, ansiosi, soli, stressati, tristi, stanchi, felici.

Bisogna scrivere qualunque cibo appena lo si consuma e non a fine della giornata, quando il ricordo potrebbe essere meno accurato. Si deve essere più precisi possibile sul cibo e sulle bevande assunti e bisogna assicurarsi di includere eventuali bevande alcoliche. Sono disponibili app per smartphone che possono anche aiutarci a compilare il diario.

Alla fine di ogni settimana, bisogna rivedere tutto ciò che si è bevuto e mangiato, per verificare tendenze o abitudini e considerare se sia il caso di modificare qualcosa. Bisogna considerare quanto sana sia la dieta che seguiamo, se si stia mangiando frutta, verdura e cereali integrali, consumando cibi con zuccheri aggiunti, se gli stati d'animo stiano influenzando le abitudini alimentari e quanto spesso si facciano pasti di evasione.

Una volta identificate le aree che necessitano di miglioramenti, cerchiamo di impostare uno o due obiettivi alimentari salutari, prima di passare agli altri se necessario. L'utilizzo del diario alimentare può aiutare a raggiungere obiettivi specifici, misurabili, realizzabili, pertinenti.

Conclusioni

Il diario alimentare può diventare un insieme di informazioni per aiutarci a migliorare gli obiettivi di salute e perdita di peso. Utilizzando queste informazioni, si possono monitorare i progressi e, se necessario, si possono apportare modifiche. E' un ottimo mezzo per avere successo nel viaggio verso una persona più sana.

A cura di Fabioalex - Personal Trainer Vitamaker - Certificato Issa

Condividi