Principio delle ripetizioni negative

Pubblicato il : 24/06/2018 11:30:00
Categorie : Allenamento , Body Building , Forza , Principi di allenamento

Principio delle ripetizioni negative

Un parente molto stretto delle ripetizioni forzate, è il principio delle ripetizioni negative. Si tende a credere che il sollevamento di un peso, che prevede una contrazione concentrica (positiva), cioè con un accorciamento delle fibre muscolari, sia quanto di meglio esista per creare forza e massa. Anzi, spesso si esegue la fase positiva con impegno, per poi far ricadere il peso nella fase negativa. Questo è un grande errore, perché la fase eccentrica (negativa), nella quale le fibre muscolari sopportano una contrazione in allungamento, è di estrema importanza per sviluppare al massimo forza e massa, anche nei tendini. Anzi, nella fase eccentrica, riusciamo a produrre più forza rispetto alla concentrica e quando in quest'ultima fase non riusciamo più a sollevare un determinato carico, riusciamo comunque a maneggiarlo nella fase negativa. Da tali presupposti nasce questo principio.  

Esecuzione delle ripetizioni negative

Ma come eseguirlo, se non riusciamo più a sollevare il carico? Bisogna agire in questo modo: quando abbiamo eseguito il previsto numero di ripetizioni e non riusciamo ad eseguirne nemmeno un'altra, facciamoci aiutare a sollevare il carico da un compagno d'allenamento (o anche 2 per maggior sicurezza). A questo punto, eseguiamo, da soli e senza aiuto, lentamente e con estremo controllo, la parte negativa dell'esercizio. Così via per il massimo numero di ripetizioni negative che riusciamo a mettere in pratica. Dobbiamo eseguire le negative solo nell'ultima serie di ogni gruppo muscolare, per una settimana ogni tanto e non di più, per non rischiare di incorrere nel superallenamento, rischiando di non ottenere risultati.  

Conclusioni

Se eseguiremo correttamente questo importante e basilare principio, incorreremo, nei giorni seguenti, in dolori muscolari (doms), dovuti a un danneggiamento delle fibre muscolari, cosa che accade specialmente a seguito di allenamento negativo. Questo momento è importante ai fini dell'aumento di massa e forza perché, se si recupera come si deve, il nostro organismo riparerà le fibre danneggiate, ricostruendole più grandi e più forti.
A cura di Fabioalex - Personal Trainer www.vitamaker.it - Certificato Issa

Condividi